Il cammino immaginato di Umberto Padovani e Leonardo Alberto Caruso


Nella bellissima cornice di Palazzo Ducale, presso la galleria Divulgarti viene presentata la bipersonale di Umberto Padovani e Leonardo Alberto Caruso. La mostra curata da Loredana Trestin porta in scena un duplice racconto. Un cammino immaginato, che si dipana in altrettanti sentiri di significato e senso. Strade parallele e storte che abbracciano le canzoni di De André e si stemperano nelle incisioni. Un percorso di formazione fantastica quella dell’artista ligure, una ricerca maniacale del simbolo che si trasforma in qualcosa di assolutamente nuovo alla vista. E’ proprio nelle incisioni che l’attenzione si focalizza. All’interno di queste figure deformiche stigmatizzano il nostro mondo e i personaggi bipolari che lo popolano.

Ci troviamo di fronte ad una narrazione che unisce la tecnica all’esoterismo medievale con uno stile fumettistico e sarcastico. Un insieme tenue e colorato di emozioni e linee che si abbracciano.

Lo scultore Carlo Alberto Caruso, maestro indiscusso della scultura propone una “madonna” che è l’emblema dell’immaginato. Un misto di linee e forme classiche che si perdono volutamente nell’espressività mai banale dei volti e dei corpi. In una commistione di rigidità delle pose mitigata perfettamente dalla morbidezza delle emozioni che si vengono a creare.

Dott. Christian Humouda